i miei anni sesanta“Miranda Martino - Le donne di Brecht di Viviani e le altre
Giovanna Famulari - violoncello e voce
Cinzia Gangarella - pianoforte, chitarra e voce
Arrangiamenti e direzione musicale - Cinzia Gangarella
Registrazione effettuata presso lo studio Telecinesound di Roma




La donna è da sempre uno degli argomenti prediletti dalla letteratura, della canzone e dell' arte in genere. La quantità di materiale letterario e musicale è sterminata e lascia l' imbarazzo della scelta a chi come noi si avventuri in un viaggio nel femminile proponendo un percorso di verità e provocazione. Il nostro intento è illuminare le canzoni scelte di luce nuova, grazie all' accostamento con alcuni brani letterari: un vero e proprio montaggio che genera sorprendenti corti circuiti di significato. Per quanto riguarda le canzoni il filo narrante sono Bertolt Brecht e Raffaele Viviani, autori che non si sono certo limitati a frammenti di un discorso d' amore, ma che hanno parlato delle donne attraverso angolature valide ancora oggi e a noi vicine a volte in maniera stupefacente, fornendoci spunti di riflessione sempre in un ambito di altissima poesia. Le letture ci permettono una immediata vicinanza, uno zoom drammaturgico verso gli autori: donne amate, donne che amano, donne con i loro drammi, legati al quotidiano, ai sentimenti, alla guerra alla povertà, alla maternità. Donne a volte dolorosamente rassegnate o al contrario desiderose di un riscatto giusto, anche se feroce, cercando di non dimenticare mai l'ironia, la seduzione o il gioco amoroso. Ci sono poi le Altre cioè una serie di ritratti femminili di autori diversi, da Battisti a Lennon - McCartney, da Handel fino ad una Ave Maria inedita, autentici acquerelli che arricchiscono il clima sonoro e narrativo del lavoro. Lo spettacolo è una invenzione a tre voci tra Miranda Martino, la violoncellista Giovanna Famulari e la pianista Cinzia Gangarella, che cura anche gli arrangiamenti e la direzione musicale; tutte e tre sono coinvolte in un continuo passaggio di testimone, o in ardite armonizzazioni a cappella. La voce di Miranda è il motore dello spettacolo, una voce che illumina del suo colore - calore anche le atmosfere più aspre di Brecht conservando intatta la forza vitale della napoletanità di Viviani e che sperimenta nuovi territori con coraggio e stile.


> Vissi d' arte      Puccini - Illica - Giacosa arr. a tre voci Gangarella     
> Jenny dei pirati      Brecht - Weill     
> Comme 'a fronna    Viviani   
> Portami un fiore      Brecht - Carpi     
> Sette rose   Brecht - Dessau             
> Un' amara canzone d'amore   Brecht - Dessau    
> Aria di Almirena      Handel arr. a tre voci Gangarella   
> Bilbao song    Brecht - Weill  
> Non è Francesca  Mogol - Battisti 
> 'A primma donna      Valente - Russo     
> Filastrocca popolare    Brecht - Gangarella    
> Il Dreigroschen Finale     Brecht - Weill     
> L' aborto è illegale    Brecht - Eisler     
> Bammenella    Viviani   
> La Papessa   Moretti - Gangarella     
> Michelle      Lennon - McCarthney arr. a tre voci Gangarella    
> La giovane prostituta      Brecht - Eisler   
> 'O 'nnammurato mio     Viviani     
> La schiavitù sessuale      Brecht - Weill   
> Aspettammo ca vene     Viviani    
> Marie Sanders      Brecht - Eisler   
> Tre madri      De Andrè   
> Avvertimento     Viviani   
> Surabaja Johnny    Brecht - Weill   
> Ave Maria     Gangarella   
> Bocca di rosa      De Andrè